Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.trapanicalcio.it/home/trapanicalcio/templates/bt_arise/blocks/header.php on line 17

Trapani Calcio


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.trapanicalcio.it/home/trapanicalcio/plugins/content/phocadownload/phocadownload.php on line 30

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.trapanicalcio.it/home/trapanicalcio/plugins/content/phocadownload/phocadownload.php on line 31

Primavera Tim, 23a giornata: Trapani-Spezia 3-2

TRAPANI-SPEZIA 3-2

TRAPANI: Loliva, Scuderi, Cosentino, Mule', Tumminelli, Marino, Bulades, Guercio (dal 19' st Novara), Selvaggio (dall'8' st Alagna), Mistretta, La Piana. In panchina: Croce, Schiazza, Arcuri, Giannola, Canino, Todaro, Rocchetta, Gastone, Schiro', Spadaro. All. Di Gaetano

SPEZIA: Fontana, Cito (dall'11' st Paccagnini), Barbato, Schiattarella, Terminello, Tardo, Bordini (dal 17' st Maione), Badiali, Filipovic, Maggiore, Faiola (dal 17' st Demofonti). In panchina: Correa, Loho, Ferri, Cecchetti. All. Gallo

Arbitro: Salvatore Guarino di Caltanissetta; assistenti: Salvatore Sangiorgio di Catania, Danilo Ruggeri di Palermo

Reti: Maggiore al 23' pt, Badiali al 32' pt, Guercio al 43' pt, Mistretta al 45' pt e al 43' st

Note: Ammoniti Bordini al 14' st, Terminello al 29' st, Mule' al 47' st. Calci d'angolo 3-1 per lo Spezia

La cronaca
Un Trapani di cuore, di carattere, torna alla vittoria e lo fa in maniera eroica: al "Roberto Sorrentino" straordinari i ragazzi di mister Di Gaetano che ribaltano lo doppio svantaggio aggiudicandosi tre punti contro lo Spezia a un minuto dalla fine delle ostilità. Granata che partono bene aggredendo l'avversario e costringendolo nella propria trequarti. La prima occasione per i padroni di casa arriva al 6': azione sulla destra con Selvaggio a servire in area Mistretta che non ci pensa due volte a concludere verso la porta, c'è la risposta di Fontana che però non la tiene, nella ribattuta è debole il destro di La Piana. Stesso esito al 14' con il tentativo di tiro a giro di Guercio. Lo Spezia però quando riparte può creare qualche grattacapo alla retroguardia trapanese e così succede al 16' quando Maggiore agisce centralmente, vede e serve sulla sinistra Filipovic che trova il legno. La partita pian piano aumenta d'intensità mantenendosi piacevole agli occhi dei circa 200 spettatori. Sempre su contropiede, i liguri passano in vantaggio al 23' grazie alla rete siglata da Maggiore con Loliva in uscita. Un'ulteriore beffa per Cosentino e compagni fa rima con il minuto numero 32: punizione dai 20 metri da posizione leggermente defilata calciata sulla barriera da Badiali, la sfera torna al numero otto che decide di far tutto da solo, dribblando dei diretti avversari per fare ingresso in area e battere per la seconda volta il numero uno granata. Il Trapani però trova la forza per reagire e, complice anche un pizzico di fortuna, riapre i giochi al 43' con Guercio: il suo cross diventa un tiro imprendibile all'incrocio del palo più lontano su cui Fontana nulla può. Locali dunque che hanno dalla loro il momento psicologico favorevole e tornano negli spogliatoi sul punteggio di parità grazie alla gentile concessione da parte dell'estremo difensore spezzino che fuori dai pali rilancia in malo modo, favorendo Selvaggio che veste i panni di assist man per Mistretta che a porta vuota, da fuori area, non deve far altro che girarla in fondo al sacco a porta vuota. Nella ripresa si assiste ad un monologo completamente interpretato da Bulades e soci. L'unico sussulto dei secondi 45 minuti è un tiro al 51' da parte di Filipovic con Loliva bravo ad opporsi in tuffo. Di Gaetano mischia le carte in tavola, gettando nella mischia prima Novara al posto di Guercio, poi Alagna per Selvaggio per dare maggiore fisicità là davanti. Proprio i due neo entrati costruiscono una nitida occasione per il 3-2 al 71': il centrocampista gira di prima intenzione un pallone per la sponda aerea dell'attaccante che diventa un assist per la corrente Mule' che all'altezza del dischetto di rigore sfiora la rete mandando la sfera a lato per questione di centimetri. Altra occasione per il Trapani al 75' con un'azione in contropiede, Mistretta per Alagna che pregusta già il gol ma decisivo è un difensore che si immola sventando il tutto. Il gol della meritata vittoria giunge a due dalla fine: tutto manovrato a destra, sullo stretto, Alagna manda in porta il compagno Mistretta, il controllo non è dei migliori ma arriva a calciare in estirada superando il portiere in uscita bassa. Per l'attaccante sono i gol numero 8 e 9 del campionato. Dopo i quattro di recupero non c'è più tempo e il Trapani conquista un successo che gli permette di agganciare il Livorno a quota 12 punti.