Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.trapanicalcio.it/home/trapanicalcio/templates/bt_arise/blocks/header.php on line 17

Trapani Calcio


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.trapanicalcio.it/home/trapanicalcio/plugins/content/phocadownload/phocadownload.php on line 30

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.trapanicalcio.it/home/trapanicalcio/plugins/content/phocadownload/phocadownload.php on line 31

Giovanissimi Professionisti. Trapani-Matera 4-5

TRAPANI-MATERA 4-5

TRAPANI: Scaturro, Misseri (dal 1’ St Novara), Anzelmo, Miceli (dal 1’ St Tolomello), Santangelo (dal 19’ St Amato), Valenza, Licari (dal 13’ St Burgarella), Matteucci, Celesia (dal 1’ St Lauricella), Campanella (dal 1’ St Taormina), Vassallo (dal 1’ St Ruvolo). In panchina: Di Salvo, Curatolo. All. Foscari

MATERA: Mangano (dal 21’ St Cozzella), D’Elia, Ripanto, Piccininni, Nuzzi (dal 13’ St Montemurro), Cappiello, Caffo’, Lorusso, Casanova (dal 21’ St Castoro), Cuomo (dal 16’ St Tedone), Matera. All. Sportelli

Arbitro: Nicolo’ Lo Gaglio di Trapani

Reti: Lorusso all’11’ pt su rigore e al 38’ St, Matteucci al 14’ pt, al 17’ St e al 22’ St, Ripanto (aut.) al 17’ pt, Casanova al 22’ pt, Piccininni al 5’ St, Montemurro al 23’ st

Note: Ammoniti Misseri all’8’ pt,i Piccininni al 19’ pt, Montemurro al 26’ St, Valenza al 37’ St, Cappiello al 38’ St, Lorusso al 38’ St. Espulso al 38’ st Taormina. Calci d’angolo 9-1 per il Trapani



La cronaca

Si è recuperata domenica scorsa la partita valevole per l’ultima giornata del campionato Giovanissimi Professionisti. Gol e spettacolo al “Roberto Sorrentino” ma ad esultare è il Matera che all’ultimo respiro si aggiudica tre punti con un pazzesco 5-4. Che sarebbe stato un match divertente si vedeva dalle battute iniziali in cui i ventidue, senza alcuna pretesa di classifica, sono scesi in campo con la volontà di chiudere ben il torneo. La prima vera palla gol arriva al 9’ ed è deo granata: lancio in verticale a trovare Marco Campanella che, intelligentemente e spalle alla porta, sceglie la soluzione di testa, quasi di nuca, impegnando severamente il portiere, costretto a rifugiarsi in corner. A portarsi in vantaggio però sono gli ospiti all’11’: Misseri butta giù un diretto avversario in area, per il signor Lo Gaglio ci sono gli estremi per il tiro dagli undici metri, giallo per il difensore e Lorusso insacca alle spalle di Scaturro. La reazione dei ragazzi di mister Foscari arriva puntuale e al 14’ parità ristabilite, grazie ad una bella incursione sulla sinistra di Vassallo, bravo a confezionare un assist per il colpo di testa sotto porta di Matteucci. Partita briosa che si mantiene tale anche per delle letture difensive non eccellenti; doppia occasione del Matera nel giro di pochi secondi al 16’ con Casanova che, soprattutto nella seconda battuta, si vede negare la gioia del gol da Valenza che salva sulla linea. Un episodio che sa di beffa perché nel capovolgimento di fronte, palla a Celesia che riesce a gestirla bene in area, passaggio in mezzo e deviazione di Ripanto nella propria porta. Il 2-2 che chiude il primo tempo viene messo a segno da Casanova che questa volta riesce a sfruttare al meglio un infortunio della difesa.
Tanti cambi all’inizio della ripresa per il Trapani che vuole far suoi i tre punti: Lauricella ci prova col mancino al 37’, Mangano tutt’altro che perfetto, Licari in ritardo non riesce a spingerla in rete. Il Matera ribalta il risultato al 42’ sugli sviluppi di una punizione battuta dalla trequarti, colpo di testa di Piccininni che scavalca Scaturro non messo benissimo. Il nuovo pari lo firma ancora Matteucci al 52’  che risolve un batti e ribatti all’interno dell’area; il numero otto granata non si accontenta della doppietta ma 57’ firma la personale tripletta ma soprattutto la contro rimonta con tutte le responsabilità di Mangano non esente da colpe. Un minuto dopo, Matera ancora avanti e in gol grazie al neo entrato Montemurro che trasforma un rigore in movimento su invito di un compagno. Si arriva all’epilogo in cui Valenza e compagni sfiorano per due volte con Taormina e Lauricella il 5-4 ma a fare il quinto sono i materani, in pieno recupero, con una punizione capolavoro di Lorusso che sorprende Scaturro da circa trenta metri. Finale concitato, nervoso on l’espulsione di Taormina. Il Trapani chiude il personale campionato a 21 punti.