Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.trapanicalcio.it/home/trapanicalcio/templates/bt_arise/blocks/header.php on line 17

Trapani Calcio


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.trapanicalcio.it/home/trapanicalcio/plugins/content/phocadownload/phocadownload.php on line 30

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.trapanicalcio.it/home/trapanicalcio/plugins/content/phocadownload/phocadownload.php on line 31

Campionato nazionale Under 17, 4a giornata: Trapani-Juventus 1-2

TRAPANI-JUVENTUS 1-2

Trapani: Ingrassia, Garofalo (dal 33' p.t. Benivegna) , Vella, Carollo (dal 35' s.t. Bonafede), Culcasi, Rallo, Valenti (dal 10' s.t. D'Anca), Battilana, Alagna, Galeoto (dal 1' s.t. Lazzara), Marino (dal 35' s.t. Nieto). A disposizione: Di Salvo, D'Aguanno, Di Nicola, Bordighelli. All. Amoroso

Juventus: Busti, Favre, Abreu (dal 1' s.t. Martino), Morrone (dal 18' s.t. Galvagno), Almeida (dal 25' s.t. Pereira), Pezziardi (dal 18' s.t. Pessot), Nicolussi Caviglia, Capellini (dal 25' s.t. Camilleri), Narciso (dal 1' s.t. Sbordone), Lombardi (dall'11' s.t. D'Agostino), Morachioli. A disposizione: Barosi. All. Cei

Arbitro: Mario Saia di Palermo; assistenti: Federico Mannone e Federico Ferreri di Marsala

Reti: Lazzara all'11' s.t., Sbordone al 38' s.t., Camilleri al 39' s.t.

Note: Ammoniti Lombardi al 20' p.t., Carollo al 25' p.t., Alagna al 14' s.t., Almeida al 25's.t., Battilana al 29' s.t. Espulso Alagna al 25' s.t. Allontanati i due allenatori. Calci d'angolo 6-6

La cronaca
Due gol in due minuti della Juventus nel finale condannano un grande Trapani alla terza sconfitta in altrettante gare di campionato. Granata che nulla hanno da rimproverarsi al cospetto della Juventus che tutto avrebbe meritato, tranne che uscire dal "Roberto Sorrentino" con i tre punti. E' stato un Trapani che ha giocato con personalità e senza alcun timore reverenziale. Al 3' Ingrassia blocca agevolmente sul rientro di Morachioli; i locali rispondono al quarto minuto con Carollo che dall' interno dell' area mette in mezzo un interessante pallone indirizzato verso Alagna che viene anticipato sul più bello da Almeida. Azione prolungata della Juve al 7': la sfera finisce al limite, Morrone carica la conclusione, una deviazione di un difensore non inganna Ingrassia che se la ritrova. Il Trapani gioca bene, trova sugli esterni Marino e Valenti due spine che pungono i bianconeri: è proprio Marino al 12' ad andare col mancino e costringere Busti ad alzare la sfera in corner. Partita vivace e bella da vedere di fronte ai duecento presenti al centro sportivo di Fontanelle. Decisivo Vella in diagonale al 23' che devia in angolo il colpo di testa ravvicinato di Narciso dopo una bell'azione di Morachioli; colossale palla gol del Trapani al 27' con Valenti che taglia verso il centro, vede Galeoto, lo serve; il numero dieci entra in area, cerca e vuole il palo più lontano ma il suo tiro sibila il legno. Momento favorevole dei ragazzi di mister Amoroso che al 31' creano ancora in ripartenza con Marino; si sovrappone sulla sinistra Galeoto che finta il cross col sinistro, rientrando sul destro e mandando al bar il difensore; propone sul secondo palo un pallone interessante su cui si fionda Valenti che però spara alto. Il primo tempo si chiude con un contatto dubbio in area di rigore bianconera con Valenti messo giù. Per il signor Saia non ci sono gli estremi per il penalty.
Ad inizio della ripresa secondo cambio per il Trapani (nel primo tempo Benivegna aveva rilevato Garofalo infortunato) e per la Juve: Lazzara per Galeoto e Martino e Sbordone per Abreu e Narciso. Il neo entrato locale a destra con Valenti in appoggio di Alagna e vicino al vantaggio al 49'. La rete che porta avanti il Trapani è solo questione di minuti: Alagna va via sul difensore sulla linea della rimessa laterale, arriva in area, vede Lazzara a rimorchio, cede la sfera, stop e tiro a mezza altezza del 20 che insacca alle spalle di Busti. Trapani avanti al 51'. La Juventus inevitabilmente si getta avanti per trovare il pari favorendo Culcasi e compagni in contropiede. Marino non chiude i conti al 57'. Battilana decisivo su un tiro a botta sicura di un avversario sugli sviluppi di un corner. Il match cambia al 65' per la doppia ammonizione di Alagna che lascia i suoi in inferiorità numerica. I bianconeri prendono sempre più campo: Nicolussi Caviglia impegna seriamente Ingrassia al 77'. La Juve la pareggia con Sbordone dopo un'azione insistita. Il sorpasso è firmato Camilleri un minuto dopo. Il numero quindici trova l'incrocio con un tiro da oltre trenta metri. Dopo sei minuti di recupero, Saia fischia tre volte. La passa per 2-1.

Mister Amoroso commenta così la gara: "Stiamo crescendo. Il pareggio era il minimo punteggio che avremmo meritato. Abbiamo giocato alla grande, limitando loro sugli esterni. È normale che l'espulsione ci ha penalizzati; in parità numerica non so come sarebbe finita. Come contro il Novara, oggi c'erano le premesse per far bene. Peccato, ma giocando così sono convinto che potremo toglierci tante soddisfazioni".